Quercetti Pixel Evo: disegna con i chiodini

Alzi la mano chi non ha mai giocato almeno una volta nella propria vita con i chiodini Quercetti: una tavoletta traforata e tanti colorati chiodini di plastica da comporre per realizzare fantastici mosaici.
Vedo poche mani alzate, ma lo sospettavo. È un gioco molto amato perché sviluppa la fantasia, la creatività ed è una ginnastica motoria molto importante per la mano e per il cervello del bambino.    

BREVE STORIA DEL CHIODINO

La storia del chiodino ha origini francesi e si colloca a cavallo tra gli anni ‘40 e ‘50 del secolo scorso. Siamo nel 1946 e alla Fiera di Parigi il Coloredo (nome originario del gioco) vince la medaglia d’oro come miglior invenzione sbaragliando la concorrenza. Era composto da una tavoletta di cartone traforata e tanti “fiammiferi” con la testa in ceralacca in 4 colori con i quali creare mosaici multicolore in rilievo. Ma nel 1953 la svolta: Alessandro Quercetti intuisce le enormi potenzialità del gioco e inizia a distribuire in esclusiva il prodotto per l’Italia. Dopo una fase iniziale, nella quale si limita alla vendita dell’assortimento francese ma con scatole in versione italiana e marchiate Quercetti, inizia ad apportare tutta una serie di miglioramenti nella produzione e nell’impiego dei materiali che porterà il prodotto ad essere quello che conosciamo oggi. Particolare attenzione viene posta alla forma dei chiodini, continuamente affinata fino a stabilizzarsi in quella inconfondibile testa a parabola, ergonomicamente studiata per facilitare la presa da parte dei bambini.
Ma nel 1984 le strade dei proprietari del marchio Coloredo e della Quercetti si separano: i francesi riproporranno sul mercato delle ri-edizioni del vecchio gioco con i fiammiferi in legno ma con scarso seguito, lasciando così a Quercetti il posto di leader mondiale del gioco dei chiodini che cambiò però nome in Fantacolor.

DESCRIZIONE PIXEL EVO

Di tutta la vasta gamma di Fantacolor vorrei soffermarmi su Pixel Evo, quello che reputo il giusto inizio e approccio al gioco dei chiodini per i bambini dai 3 ai 6 anni.
All’interno della confezione, ben curata e studiata nei minimi dettagli, troviamo una valigetta composta da due parti: il coperchio è la nostra tavoletta traforata sulla quale prenderanno forma i nostri disegni, e il cestino diventa il contenitore per i nostri 300 chiodini di dimensioni e colori vari (300 pz. nella versione Large e 160 pz. nella versione Small) per tenere sempre tutto in ordine e non perdere neanche un chiodino. Il tutto è dotato di una pratica maniglia per portare sempre con sé il nostro gioco.
La bontà dei prodotti della Quercetti si denota dalla cura e dallo studio di particolari dettagli che fanno la differenza, come per esempio la scanalatura presente all’interno del cestino nella quale innestare la tavoletta traforata per tenerla in verticale.
Troverete all’interno della confezione di Pixel Evo anche una serie di schede con dei disegni da copiare che faciliteranno i vostri pargoletti nella composizione dei chiodini. Sarà sufficiente sovrapporre la scheda alla tavoletta e bucare la carta seguendo lo schema con il colore e le dimensioni giuste dei chiodini. Facile no?! Io direi di si.
Presa familiarità con il gioco le schede potranno lasciare lo spazio alla completa creatività del bambino che potrà sbizzarrirsi con la fantasia.

 

GIUDIZIO

Non posso che esprimere il mio giudizio positivo nei confronti di un prodotto che ha riempito i miei interi pomeriggi da bambino. La qualità delle plastiche usate per i chiodini, la tavoletta forata e il cestino/contenitore è altissima garantendo sicurezza e durevolezza (i chiodini con i quali giocavo sembrano ancora nuovi dopo più di 20 di vita).
Il gioco si presenta apparentemente molto semplice nel suo utilizzo ma aiuta a sviluppare la motricità fine del bimbo, la sua creatività ed espressione artistica che contribuiscono al loro sviluppo. Con Pixel Evo il divertimento è senza fine così come la fantasia dei bambini.
In aggiunta, tutta la produzione dei prodotti Quercetti viene fatta da oltre 60 anni nell’unica sede di Torino, garantendo così il Made in Italy al 100%, particolare da non sottovalutare e di cui andare assolutamente molto fieri.

DOVE PROVARLI E ACQUISTARLI

Potete venire a provare Pixel Evo e tutta la gamma dei giochi Quercetti ovviamente nel mio negozio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *